Olio di camelina – Potenza omega-3

Il nostro nuovo undicesimo olio proviene dalla famiglia delle piante di Brassicaceae.
A causa del suo nome, l'olio di camelina viene talvolta confuso con l'olio di lino. Tuttavia, in termini di rapporto botanico, l'oro del piacere è molto più vicino alla colza. Questo rapporto botanico si riconosce facilmente dall'odore e dal gusto. Ma quando si tratta del contenuto di acidi grassi omega-3, i semi di lino e di camelina del piacere si avvicinano di nuovo.

Leindotter ÖlAlto contenuto di acidi grassi omega-3

Gli acidi grassi dell'olio di camelina sono costituiti in gran parte da acidi grassi omega-3 con un contenuto relativamente basso di acidi grassi omega-6. 
L'olio di camelina ha un contenuto di acidi grassi polinsaturi di circa il 35%. Raggiunge quasi il contenuto di acidi grassi omega-3 dell'olio di lino e occupa il secondo posto in questo acido grasso vitale appena dietro l'olio di lino. Rispetto alla colza il contenuto è quattro volte superiore e l'olio d'oliva ha solo un ventesimo di questo acido grasso essenziale!
Grazie alla delicata spremitura a freddo, il colore giallo e l'alto valore nutrizionale dell'olio vengono mantenuti. Il gusto ereditario e l'odore di oro spremuto a freddo dell'olio di camelina è molto più piacevole del gusto rapidamente amaricante dell'olio di lino. Coloro che non amano l'olio di lino in gusto dovrebbe sicuramente provare l'olio di camelina. Un acido grasso molto speciale è ancora insito nell'olio di camelina – l'acido grasso a catena lunga acido erucico. Acido grasso formato esclusivamente dalla famiglia delle Brassicaceae. Con un contenuto di 1,8% supera tutti gli altri oli. Questo acido grasso ha recentemente fatto la storia medica, letteraria e cinematografica in tutto il mondo con «L'olio di Lorenzo».

Olio nativo

L'oro di San Gallo spremuto a freddo dell'olio di camelina viene spremuto da selezionati semi di semi di piacere della Svizzera orientale. Non viene mai riscaldato oltre i 37°C durante il processo produttivo, né filtrato né trattato con additivi. In gergo tecnico si parla di olio autoctono spremuto a freddo. Questi attributi si applicano anche a tutti gli altri dieci oli di San Gallo.